Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici che non necessitano di consenso. Non raccogliamo altri dati personali sulla vostra navigazione. Se volete saperne di più andate alla pagina Cookie Policy

Seguici su 

 
Il ponte Armando Trovajoli, meglio conosciuto come ponte della Musica, collega il Lungotevere Flaminio con il Lungotevere Maresciallo Cadorna, in pratica il Quartiere Flaminio con il Foro Italico. Si tratta di un ponte ciclo-pedonale (con accesso anche ai mezzi pubblici ecologici) ed il suo nome è legato alla presenza del vicino Auditorium Parco della Musica, opera di Renzo Piano, e fu dedicato al compositore romano Armando Trovajoli dopo la sua morte avvenuta nel 2013. Il progetto è frutto del concorso internazionale di progettazione bandito dal Comune di Roma nel 2000, vinto dallo studio inglese Buro Happold Engineering in collaborazione con Kit Powell-Williams Architects, poi sviluppato in fase definitiva con la Società di Ingegneria Carlo Lotti & Associati di Roma. La progettazione esecutiva fu effettuata dalla Srl ATP Mario Petrangeli & Associati con lo studio Biggi – Guerrini. Il costo complessivo dell’opera è stato di circa 8 milioni di euro. Il ponte è un’opera in acciaio e cemento armato che appare con una struttura ad arco, lunga 190 metri e larga da 14 a 22 metri. I due archi laterali, inclinati verso il fiume, dividono le due zone laterali, pavimentate con travi di legno, da una zona centrale asfaltata. La struttura è fondata su pali mentre la spalla sinistra è posta su cuscinetti mobili in grado di assorbire le sollecitazioni termiche e sismiche. La sua costruzione iniziò nel 2008 per concludersi 3 anni dopo, quando fu inaugurato il 31 maggio 2011.