Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici che non necessitano di consenso. Non raccogliamo altri dati personali sulla vostra navigazione. Se volete saperne di più andate alla pagina Cookie Policy

Largo del Teatro Valle è situato tra via del Melone e piazza di S.Andrea della Valle e prende il nome dal Teatro Valle, il cui ingresso si trova nell'adiacente via del Teatro Valle. Su questo largo si affaccia palazzo Capranica del Grillo (nella foto sotto il titolo), costruito originariamente per il cardinale Andrea della Valle ma poi passato in proprietà alla famiglia Capranica quando ne divenne proprietaria la nipote ed erede del cardinale, Faustina della Valle, moglie di Camillo Capranica. Al civico 6 si apre un bel portale, incorniciato da bugne a raggiera e sormontato dall'iscrizione “GENS CAPRANICA OPERIBUS AMPLIATIS RESTITUIT A MDCCCLXXIX”, ovvero “La famiglia Capranica con opere di ampliamento restaurò nell'anno 1879”; sopra il portale vi è lo stemma dei Capranica, tre pini accostati e legati da una corda terminante con un'ancora.

1 Palazzo della Valle


L'androne immette in un cortile con finestre settecentesche decorate con conchiglia: bello ed imponente lo scalone balaustrato. Il cornicione, posto su mensole, è decorato con teste leonine. Dinanzi a questo palazzo sorge un'altra proprietà della famiglia della Valle, proseguimento del palazzo principale situato su Corso Vittorio Emanuele II e su piazza di S.Andrea della Valle. L'edificio (nella foto 1) presenta una bella facciata con portale bugnato, sormontato dallo stemma dei della Valle (due leoni contro-rampanti accompagnati da 5 stelle ed un'aquila dal capo coronato) e da un rilievo con tre busti femminili di età romana.

2 Dettaglio di portale e finestre


Degne di nota anche le finestre del primo piano, incorniciate e con mensole, che presentano l'iscrizione "ANDREAS CAR DE VALLE", ovvero “Cardinale Andrea della Valle”, mentre la finestra posta sopra il portale reca la scritta "ANDREAS DE VALLE EPS MILETEN", ovvero “Andrea della Valle Episcopo (Vescovo) di Mileto” (nella foto 2 un dettaglio del portale e delle finestre).