Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici che non necessitano di consenso. Non raccogliamo altri dati personali sulla vostra navigazione. Se volete saperne di più andate alla pagina Cookie Policy

PERCORSO



Da via Caio Cestio a via di Porta S.Sebastiano (circa 2,5 Km)


COSA VEDERE



Cimitero Acattolico - Porta S.Paolo - Piramide Cestia - Mura Serviane - S.Saba - S.Balbina - Terme di Caracalla - Ss.Nereo e Achilleo - S.Cesareo de Appia - Casina del Cardinal Bessarione


DESCRIZIONE


 
L'itinerario H parte da via Caio Cestio 6, ovvero dal Cimitero Acattolico, forse uno dei luoghi più dolci e romantici di Roma, che merita di essere visitato per l'atmosfera magica che vi si respira e per scoprire le sepolture illustri di John Keats, Joseph Severn, del figlio di Goethe o di Antonio Gramsci. La visita prosegue seguendo via Caio Cestio verso via Marmorata per poi girare a destra ed ammirare Porta S.Paolo e la Piramide Cestia. Sul versante opposto di piazza di Porta S.Paolo si prende via della Piramide Cestia fino a piazza Albania: qui, oltre al monumento equestre dedicato a Giorgio Castriota, detto Scanderbeg, si possono ammirare i resti delle antiche Mura Serviane, situate sia sulla destra (sotto l'edificio all'altezza del civico 11 di piazza Albania), sia sul versante opposto, all'inizio di via di S.Anselmo. Sulla destra si prende via di S.Saba che conduce alla chiesa di S.Saba, situata in cima ad una scalinata e preceduta da un bellissimo protiro. Usciti dalla chiesa, girare a destra per via Flaminio Ponzio, ancora a destra per piazza Remuria e proseguire per via Leon Battista Alberti fino all'incrocio con viale Giotto. Quindi girare a sinistra e, prima di giungere in largo Enzo Fioritto, prendere a sinistra la piccola via di S.Balbina, che conduce all'antichissima chiesa omonima del V secolo. Scendere poi su viale Guido Baccelli e prendere via Antonina, che scende con una curva inoltrandosi tra lo Stadio delle Terme di Caracalla sulla sinistra ed i magnifici resti delle Terme di Caracalla sulla destra. Dopo l'inevitabile visita alle Terme, recarsi presso la chiesa dei Ss.Nereo e Achilleo situata su via delle Terme di Caracalla, ovvero l'antico titulus legato alla leggenda secondo la quale l'apostolo Pietro, sul punto di lasciare Roma dopo essere fuggito dal carcere Mamertino, perse una delle bende che gli fasciavano le ferite. Dal piazzale Numa Pompilio prendere via di Porta S.Sebastiano (che ricalca l'antico percorso di via Appia Antica) e visitare prima la chiesa di S.Cesareo de Appia e poi la Casina del Cardinal Bessarione. Per chi volesse proseguire e visitare i magnifici resti situati lungo la via Appia Antica, recarsi alla pagina Itinerario sull'Appia Antica.