Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza ed offrire servizi in linea con le tue preferenza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla pagina Cookie Policy.

Quante sfrisielle a ttajjo e scappellotti!
Quante chicchere a coppia e sventoloni!
Quant'acciacco de chiappe e de cojjoni!
Quant'infirze de schiaffi e de cazzotti!

Poveri Turchi, come sò aridotti
co cquell'arifilate de gropponi!
Beato chi ppô avé ttra li carzoni
un fiasco d'ojjo e un bon caval che ttrotti!

Nun c'è da dí, ppe ssant'Antonio abbate:
li Francesi sò ggente che, Mmadonna!,
sò bboni pe l'inverno e ppe l'istate.

E mmo mmetteno in cima a 'na colonna
er Deo d'Argèri, che vva a ffasse frate,
o vviè a vvenne le pizze a la Ritonna.

20 luglio 1830

ROMASEGRETA.IT
ONLINE DAL 16/02/2003
----------------------------

Questo sito è stato realizzato anche grazie alla pazienza di Rita

giweather joomla module